Persone per bene

Questa è la storia di Carmine e Antonio

3 settimane fa
Questa è la storia di Carmine e Antonio

Si fermano a soccorrere auto in panne. Carmine Molisse e Antonio De Feo travolti e uccisi

Carmine Molisse ha 52 anni ed è un dipendente del comune di Serino. Da poco è diventano nonno e tutti in zona lo conoscono perché ogni mattina guida il bus che porta i piccoli del paese a scuola.

Antonio De Feo, 64enne, ha gestito una macelleria a San Michele di Serino per la bellezza di 35 anni. I due, conosciuti e benvoluti da tutti, sono grandi amici e condividono la passione per le passeggiate nei boschi, per la ricerca di funghi e per la caccia.

E’ una calda domenica mattina d’autunno, quella di ieri, quando Carmine e Antonio decidono di dedicarsi una giornata tra i boschi del Monte Terminio. Con loro c’è anche Giandomenico, il figlio di Antonio. Partiti presto da Serino, notano un’auto in panne mentre percorrono il viadotto della Statale Ofantina bis, prima dello svincolo per Montemarano (Avellino).

Mossi da grande altruismo, accostano e tentano di offrire il loro soccorso. Scendono dal loro veicolo ma in quel momento sopraggiunge un’auto ad alta velocità nella stessa direzione. Poi l’impatto. La caduta nel vuoto. La tragedia. I due amici vengono travolti e sbalzati giù dal viadotto. Per loro non ci sarà scampo.

Carmine e Antonio hanno perso la vita nel tentativo di aiutare il prossimo. Tanti in quella mattina sono andati oltre, tanti si sono voltati dall’altra parte. Loro no.

Ed è questo che rende la loro morte ancor più ingiusta e dolorosa.

Ed è questo che rende la loro vita ancor più preziosa.

Grazie

Lascia il tuo Commento

0 commenti per "In Italia si parla di sviluppo sostenibile"
avatar