Persone per bene

Lui è Stefano Zuccarini

4 mesi fa
Lui è Stefano Zuccarini

Stefano è il primo pilota acrobatico disabile al mondo.

Stefano Zuccarini è la testimonianza vivente di come si possano superare brillantemente le difficoltà della vita, anche se questa ti mette davanti una delle prove più dure di sempre.

Era un giorno come tanti, quello che cambiò per sempre la sua esistenza. Un terribile incidente gli fa perdere l'uso delle gambe e con queste la possibilità di praticare gli sport che tanto amava. Arrampicata, motocross, tutte discipline dal forte impatto emotivo, proprio quello che Stefano ricercava nella sua quotidianità. Accettare questa nuova situazione è per lui estremamente dura, soprattutto perchè si vede costretto a rinunciare alle cose che più ama.

Nonostante tutto non si perde d'animo, affronta questa nuova sfida con estremo coraggio, fino a quello che potrebbe definirsi un punto di svolta. Grazie ad un amico conosce il mondo dell'aliante e si può certamente dire che fu amore a prima vista. Capisce che il volo può dargli quel senso di libertà che manca sulla terra, perchè in cielo esiste differenza tra lui e chi può camminare. La strada, però, è tutta in saluta. Nel 1993 non si pensava che un soggetto nella sua condizione fisica potesse conseguire il brevetto di volo, ma questo non ha impedito a Stefano di realizzare il suo sogno: attraverso una clausola di favore è riuscito ad ottenere il tanto desiderato brevetto. Non un traguardo, ma un punto di partenza, per un uomo che ama le sfide più di se stesso. Oggi, Stefano è il primo disabile al mondo con l'abilitazione di pilota acrobatico di aliante ed è, senza ombra di dubbio, una fonte di ispirazione.

Grazie a lui e al suo impegno molti aeroclub italiani, come già succede all'estero, danno la possibilità ai disabili di ripetere l'esperienza di Zuccarini, di frequentare corsi di protezione civile e di diventare piloti di ricognizione antincendio. Un fenomeno in costante crescita, che l'uomo ha spinto in prima persona, volendo condividere il suo sogno con chi, come lui, ha avuto meno fortuna nella vita.

Un insegnamento importante quello che traspare da queste righe, fatto di determinazione e forza di volontà, due cose che hanno permesso a Stefano di superare l'immobilità delle gambe e di arrivare in alto con le sue potenti ali.

Lascia il tuo Commento

0 commenti per "In Italia si parla di sviluppo sostenibile"
avatar