Persone per bene

Lui è Riccardo Muci

3 mesi fa
Lui è Riccardo Muci

Il poliziotto eroe che ha evitato una strage in seguito al maxi incendio sulla tangenziale di Bologna.

Riccardo ha 31 anni ed è un poliziotto originario di Copertino, in provincia di Lecce, ma da anni in servizio a Bologna.

E' il 6 agosto e Riccardo di trova a bordo della sua volante nel tratto lungo il ponte della tangenziale di Bologna. Sembra un giorno come tanti, poi il panico. Una fila di tir in coda, un’autocisterna che non si accorge del rallentamento e non frena, il tamponamento e l'immediato incendio.

Il giovane agente salentino mantiene il sangue freddo. Intuisce l'imminenza di una esplosione. Scende dall'auto e si precipita nei pressi dell'incidente. Avviene la prima deflagrazione. Riccardo, incurante del pericolo, inizia a soccorrere i feriti e a urlare ai passanti di scappare perché di lì a poco sarebbe saltato tutto in aria. In quegli interminabili quattro minuti in cui il tempo resta sospeso Riccardo porta in salvo quante più persone possibile. Trascina via tutti coloro che sono rimasti intrappolati in quell'inferno di fuoco, mettendo a repentaglio la sua vita.

Poi la seconda forte esplosione e il conseguente crollo del viadotto.

L'onda d'urto travolge Riccardo e lo fa volare di circa venti metri. La maglietta ignifuga è liquefatta e l'agente riporta gravi ustioni su gran parte del corpo. Viene ricoverato d'urgenza a Cesena, nel reparto grandi ustionati dell'Ospedale Bufalini. Le sue condizioni sono gravi ma non è in pericolo di vita.

Questa mattina ha ricevuto la visita del premier Giuseppe Conte il quale si è voluto congratulare per l'eroica impresa.

Grazie al suo coraggio, infatti, è stata evitata una strage già scritta.

Auguri di pronta guarigione, eroe!

Lascia il tuo Commento

0 commenti per "In Italia si parla di sviluppo sostenibile"
avatar