Persone per bene

Lui è Giuseppe Barrocci

2 anni fa
Lui è Giuseppe Barrocci

Giuseppe è un poliziotto in servizio al IV reparto mobile di Napoli che due anni fa, come molte altre persone, durante i giorni di agosto si trovava in ferie. Ad un tratto il suo riposo è stato interrotto dalle urla di una donna.

Giuseppe non ha esitato. Si è gettato in strada, scalzo, con indosso un pantaloncino, e ha trovato una giovane madre disperata con in braccio il suo bambino che al momento non respirava più. Giuseppe, non avendo a disposizione un’auto, ha fermato uno sconosciuto e ha accompagnato la ragazza e il figlioletto verso l’ospedale più vicino. Il bimbo, però, non sembrava dare segni di vita durante il tragitto, così Giuseppe gli ha praticato un massaggio cardiaco e una respirazione artificiale. Mai il pianto di un bambino fu cosa più lieta. Arrivati in ospedale, il piccolo sembrava fuori pericolo. Arrivò anche il padre e Giuseppe tornò alla sua vita.

La madre, allora, volle chiamare Giuseppe per ringraziarlo, ma la telefonata fu interrotta da una nuova crisi del piccolo. L’auto in panne e il panico dei giovani genitori spinse Giuseppe ancora una volta a non esitare. Scese di nuovo in strada, rifermò uno sconosciuto e accompagnò tutta la famiglia al più attrezzato ospedale San Giovanni Bosco, salvando per la seconda volta quella giovane vita.

Giuseppe non ha mai sbandierato il suo gesto, non ha mai cercato gloria personale. E' stata la madre del bambino a voler raccontare questa storia.

La storia di un angelo, di un eroe silenzioso, di Una Persona PerBene.

Lascia il tuo Commento

0 commenti per "In Italia si parla di sviluppo sostenibile"
avatar