Persone per bene

Lui è Giuliano Binotto

2 anni fa
Lui è Giuliano Binotto

Giuliano è un artigiano, sposato e padre di un bambino di 9 anni. Tempo fa, mentre era in giro per lavoro con il suo furgone, si è trovato a percorrere un tratto di strada che costeggia il canale Brentella, un corso d’acqua della provincia di Padova, quando delle grida hanno catturato la sua attenzione. Accostato il mezzo, Giuliano ha visto un gruppo di persone in affanno, tra di loro una donna disperata. Pochi metri più in là, una piccola testa sporgeva dall'acqua. Si trattava di un bambino di 8 anni, straniero, caduto nel canale e in preda alle correnti. Giuliano non ci ha pensato un istante. Sceso lungo una scarpata, si è tuffato sfidando le gelide acque del fiume. Nonostante le difficoltà, l'uomo è riuscito ad afferrare il piccolo, trascinarlo verso la riva per poi trarlo in salvo. Uscito dal canale, Giuliano non ha detto una sola parola. Ha affidato il bambino alle braccia amorevoli della madre e se ne è andato via, in silenzio, quasi vergognandosi del proprio eroismo. La donna, superato lo shock, ha potuto solamente fare una foto alla targa del furgone mentre si allontanava. Da lì è scattato un tam tam per dare un nome a quell'”angelo del furgone bianco”.

Qualche giorno dopo, grazie ai molti presenti che hanno assistito al salvataggio, si è giunti a lui, e, una volta rintracciato, Giuliano ha così commentato il tanto clamore riscosso dal suo gesto: “Non ho fatto niente di speciale, ho visto quel bambino annaspare e ho subito pensato a mio figlio: mi sono gettato con il telefono e i documenti. Ringrazio invece il Signore che proprio alle 14 di lunedì mi ha fatto passare in via Ospedale.”

Schivo, silenzioso, come il paladino della più classica delle favole. Perchè questo è Giuliano. Un eroe, un esempio di coraggio ed altruismo. Una Persona PerBene.

Lascia il tuo Commento

0 commenti per "In Italia si parla di sviluppo sostenibile"
avatar