Persone per bene

Lui è Ciro Scarciello

2 anni fa
Lui è Ciro Scarciello

Camorra, via da Napoli il salumiere che denunciò il pizzo

Ciro ha una salumeria nel quartiere Duchesca, Napoli, e da anni accoglie i clienti con il solito sorriso gentile. Era lì anche a gennaio, quando un proiettile vagante ferì una bambina al mercato. Un colpo destinato a chi non aveva pagato il pizzo, che, come spesso accade, ha trovato sulla sua traiettoria un'anima innocente.

Ciro non ci sta e fa sentire la sua voce. Grida il disagio della gente, non più sicura di passeggiare per strada, delle mamme, che non lasciano più che i figli giochino in cortile e dei commercianti come lui, costretti a scontrarsi con una realtà che a volte non ti permette di andare avanti. Ci mette la faccia Ciro e diventa il simbolo di quella parte di Napoli che vuole ristabilire l'onestà, continuando a lavorare duramente, senza veder vanificati i sacrifici di una vita.

Da quel momento però, le cose per lui non sono andate così bene. Un giorno, entrando in negozio, ha trovato il bancone completamente spaccato ed ha provato sulla sua pelle cosa vuol dire sentirsi solo, in un Paese dove lo Stato sembra esser sparito.

Sono stati giorni bui per Ciro, che ha passato le giornate in un locale ormai deserto, dove nessuno entra più. Lontano dalla politica e dalla solidarietà delle istituzioni, ha capito che non poteva durare ancora per molto. Da qui la sofferta, ma consapevole decisione, di abbassare per sempre la saracinesca, per cercare lavoro lontano dalla Duchesca.

Guai a definirlo un eroe, perchè ci tiene a precisare di non voler essere chiamato così. Ha fatto quello che secondo lui avrebbe dovuto fare tutta la gente comune, che si ritrova ad affrontare il cancro della criminalità.

Ciro se ne va, ma non è una sconfitta. Può camminare a testa alta, fiero di aver mostrato il suo immenso coraggio. Ed anche se questo lo ha portato a chiudere i battenti, avrà per sempre nel cuore la certezza di aver fatto quello quel che era giusto, senza scendere a compromessi, senza voltarsi dall'altra parte. Per se stesso, per la sua famiglia e per Napoli.

Buona fortuna Ciro.

Lascia il tuo Commento

1 commento per "In Italia si parla di sviluppo sostenibile"
avatar
2 anni fa

Le istituzioni dovrebbero vergognarsi!!!

avatar