Persone per bene

Lui è Alessandro Vitaloni

3 mesi fa
Lui è Alessandro Vitaloni

Titolare di un centro sportivo salva la vita a un bambino di 5 anni.

Alessandro, insieme alla moglie, è titolare del centro sportivo Emme 34 di Marina di Carrara. Sono giorni caldi e la piscina della struttura viene presa da assalto dalle tante famiglie in cerca di un po' di sollievo dall'afa.

Sono le 14:00, il bagnino è in pausa pranzo. Ad un tratto il terrore. Una madre disperata vede andare a fondo il proprio bambino di soli 5 anni. I due stanno facendo il bagno quando, probabilmente in seguito a una congestione, il piccolo diventa pesante come un masso. Non riesce più a stare a galla, non respira. Perde i sensi.

I tanti presenti aiutano la donna, sotto shock, a estrarre dall'acqua il figlio. Lo adagiano sul bordo piscina e chiamano i soccorsi. Il bimbo però non dà cenni. Alessandro capisce che non c'è un attimo da perdere. Professore Isef laureato in Scienze motorie, con alle spalle numerosi corsi di salvamento, interviene senza indugi.

Dalla teoria alla pratica. In tanti anni di esperienza non gli è mai capitata una situazIone del genere, eppure non perde la calma. Inizia a praticare la manovra di Heimlich su quel corpicino. Niente. Prova una seconda volta, poi un massaggio cardiaco. Dopo qualche interminabile minuto, il piccolo reagisce. Ha solo cinque anni ma, preso per mano da Alessandro, si aggrappa con tenacia alla vita e torna cosciente.

Arriva l'ambulanza. Il piccolo è vivo e rianimato. I suoi giovani polmoni, però, sono stati messi a dura prova. Ventilato e ossigenato, viene trasferito all'ospedale di Firenze a bordo di un elicottero.

Viene riscontrata una grave insufficienza respiratoria. Ma quel che conta è che il suo cuore è tornato a battere. E in quel battito c'è tutto. C'è il dolore di una madre che diventa speranza. Ci sono gli innumerevoli corsi di abilitazione di Alessandro ripagati dalla più grande delle emozioni. C'è la voglia di vivere di un piccolo combattente.

C'è una storia di straordinario altruismo e senso divico. Una storia di grande speranza.

Grazie Alessandro.

Lascia il tuo Commento

0 commenti per "In Italia si parla di sviluppo sostenibile"
avatar