Persone per bene

Lei è Lara Breda

2 mesi fa
Lei è Lara Breda

L'insegnante di 38 anni che ha salvato la vita ad un uomo in arresto cardiaco.

Lara, 38 anni, è un’insegnante di Canaro (Rovigo), nonché allenatrice e giocatrice di pallavolo.

E’ domenica mattina, sono le 11,00. Lara sta percorrendo una via della periferia di Ferrara. E’ ferma al semaforo di Via Galvani quando sente un urto sul paraurti posteriore della sua auto. Scende e vede un’altra auto appoggiata alla sua macchina. Bussa al finestrino, nessuna risposta. L’uomo al volante è privo di sensi.

Lara non esita, apre la portiera e lo sdraia a terra. Non è un medico ma ne sa abbastanza per intuire che non c’è tempo per attendere i soccorsi. Nel corso della sua carriera sportiva, prima da pallavolista poi da dirigente, ha seguito un corso specifico per apprendere le manovre di rianimazione, senza mai sperimentarle realmente. Senza paura, però, inizia a praticare sull’uomo il massaggio cardiaco. Passano gli attimi, i minuti. Il tempo sembra dilatarsi. La paura tenta di farsi largo, ma Lara non si lascia travolgere e continua imperterrita. Non cede, non smette un solo istante di premere sul torace di quell’uomo. Nella sua testa c’è solo un obiettivo: salvare la vita di quello sconosciuto.

Arriva l’ambulanza. Gli uomini dei soccorsi prendono in carico l’anziano e lo portano d’urgenza in ospedale. Le condizioni sono critiche ma è salvo. E lo è solo grazie all’intervento di Lara.

Lara ha compiuto un gesto di civiltà che è normale in chi come lei crede nella normalità del bene. Ma in questo lieto fine esiste una macchia. In molti hanno assistito alla scena. Chi è passato senza fermarsi, chi ha scattato foto e video, chi è rimasto a guardare.

Vogliamo credere che questi “reporter” abbiano voluto immortalare l’accaduto per dare il giusto tributo a un gesto straordinario. Vogliamo tanto crederlo.

Grazie Lara

Lascia il tuo Commento

0 commenti per "In Italia si parla di sviluppo sostenibile"
avatar