Dalle città per bene

Istituto Briccialdi: una fucina musicale per la città di Terni

4 mesi fa
Istituto Briccialdi: una fucina musicale per la città di Terni

La realtà nel cuore di Terni che offre un vasto panorama didattico a tutti i giovani che decidono di intraprendere il percorso di studi musicali.

Nel cuore di Terni ancora oggi è possibile sentire riecheggiare la musica di un tempo, che si inframezza con le nuove tendenze sonore: non sono suggestioni ma è la soave musica che esce da Palazzo Giocosi Mariani, un edificio storico nei pressi del quartiere medievale cittadino, dove ha sede oggi l’Istituto Superiore di Studi Musicali G. Briccialdi.

Dedicato sin dal 1904 al rinomato flautista italiano Giulio Briccialdi, il conservatorio di Terni offre oggi un vasto panorama didattico musicale a tutti i giovani allievi che decidono di intraprendere il percorso di studi atto al perfezionamento musicale e canoro. Per tutti gli amanti di strumenti specifici o del canto, invece, l’offerta formativa si completa con corsi singoli, non appartenenti al circuito di formazione didattica triennale e biennale ma utile per l’apprendimento o l’approfondimento dello strumento desiderato.
Oggi questo polo musicale umbro è stato inserito nella legge che prevede la statalizzazione degli Istituti Musicali Superiori: un forte segno dell’importanza ricoperta nella formazione culturale e musicale ternana da uno dei suoi massimi simboli di storia, ancora oggi celebrati a livello nazionale.

Il valore ricoperto nella formazione e nell’avvicinamento dei giovani alla musica, grazie anche ai numerosi concerti realizzati in città e fuori dai confini comunali, hanno permesso la diffusione di quel clima di gioia e condivisione che solo la musica e la cultura più in generale possono dare.

Per questo motivo l’Istituto Superiore di Sudi Musicali G. Briccialdi rappresenta un terreno fertile per le persone per bene: non solo un luogo di formazione musicale, dunque, ma anche un Istituto dove integrarsi con la comunità, interagendo e dialogando con essa, rendendo anche un servizio alla città stessa attraverso la promozione e la diffusione della bellezza musicale di ieri, di oggi e di domani.

Lascia il tuo Commento

0 commenti per "In Italia si parla di sviluppo sostenibile"
avatar