Persone per bene

Lui è Massimo Portoghese

2 settimane fa
Lui è Massimo Portoghese

Il fondatore della palestra che salva i ragazzi dalla violenza di Scampia

Massimo per Scampia rappresenta un simbolo di luce e speranza. In questa terra è nato e qui ha voluto costruire il suo futuro, un futuro fatto di sacrifici e di impegno, non solo per se stesso, ma per l'intera comunità.

All'età di sei anni ha iniziato a fare Karate, per poi raggiungere le vette più alte che un atleta possa desiderare. Oggi è allenatore della squadra italiana giovanile, Cintura Nera quinto Dan ed ideatore di quella che a Scampia è diventata una solida realtà positiva. Il difficile ed insidioso territorio non ha scoraggiato Massimo, che con determinazione ha dato vita all'A.S.D. Champion Center, associazione sportiva molto attiva nel sociale. Per ben otto volte migliore società italiana di Karate in Italia, l'associazione raccoglie ragazzi e ragazze pronti ad apprendere la disciplina e la lealtà, in un ambiente in cui gli orrori della strada sono solo ricordi.

A guidarli c'è lui, Massimo, il ragazzo dai grandi sogni, diventato un po' il papà di tutti. Nella sua palestra ci si allena e si apprende il gioco di squadra, si impara a distinguere il bene dal male ed a crescere sempre supportati ed incoraggiati nel perseguire desideri e progetti. Nell'organizzazione si presta particolare attenzione a chi è meno fortunato, così da permettere anche ai ragazzi con difficoltà economiche la possibilità di allenarsi e di partecipare alle competizioni agonistiche. Stesso impegno è riservato ai giovani con disabilità, perfettamente inseriti grazie a Portoghese ed ai suoi collaboratori. Quello che quest'uomo ha creato non è solo un fulgido esempio in attività in ambito sportivo, perchè è unanime il sentimento della collettività: Massimo ha salvato e continua a salvare centinaia di vite, venute al mondo e cresciute in un contesto particolarmente difficile.

E' delle ultime settimane la notizia dell'affidamento alla società di uno dei ragazzi protagonisti dell'aggressione costata la milza a Gaetano, il 15 enne pestato a Chiaiano.

Ancora una volta la comunità ha bisogno di un segnale, certa che Massimo Portoghese sia in grado di affrontare questa ennesima delicata sfida.

Lascia il tuo Commento

0 commenti per "In Italia si parla di sviluppo sostenibile"
avatar