Chi per bene non è

Emergenza inquinamento: colpite anche le coste di Fiumicino

3 settimane fa
Emergenza inquinamento: colpite anche le coste di Fiumicino

Il crocevia di numerosi turisti, l'Aeroporto di Fiumicino, da tempo è invaso dai rifiuti anche lungo le sue coste

Sembra non avere fine l’emergenza inquinamento che sta attanagliando la città di Roma e provincia in questi ultimi mesi: nulla sembra riuscire a fermare l’avanzata dell’immondizia che giorno dopo giorno riempie le strade della città eterna, eternamente sporca.
Anche le coste della vicina località di Fiumicino, assai nota per essere il crocevia di numerosi turisti che approdano nel suo aeroporto, è stata recentemente invasa dai rifiuti che, dopo aver navigato lungo il Tevere si sono arenati proprio nel litorale fiumicinense.

Nell’area antistante il vecchio faro (un luogo simbolo della città, nel tempo abbandonato ma che si vuole recuperare per ridare l’identità alla città stessa), nei primissimi giorni di gennaio 2018 è stato possibile assistere a uno spettacolo agghiacciante, dove il mare è stato completamente sommerso da uno strato distruttivo di rifiuti che, oltre a deturpare visivamente il panorama di Fiumicino, contribuiscono ad inquinare l’ecosistema marino sottostante.

Il problema di certo non è nuovo alla città e già nei giorni precedenti il Natale le coste antistanti il rinomato centro sportivo del luogo sono state invase da una ricca discarica a cielo aperto, dove sono stati avvistati anche frigoriferi da bar di una nota azienda produttrice di gelati: un vero danno all’ecosistema che si ripercuote anche sulla città e che contribuisce ad alimentare quel sentimento di abbandono e scoramento che attanaglia non solo i cittadini che vivono quotidianamente in questo contesto, ma anche i turisti che ammaliati dalle bellezze delle vestigia passate si trovano a dover fare i conti con l’incuria del presente.

Si troverà mai una soluzione a questo annoso problema che da anni attanaglia la città metropolitana di Roma e tutti i suoi territori provinciali? La speranza, si sa, è l’ultima a morire ma il colpo di grazia sembra davvero essere dietro l’angolo.

Lascia il tuo Commento

0 commenti per "In Italia si parla di sviluppo sostenibile"
avatar